Scoprire il costo delle piattaforme di social media

Leggi

Photo by NeONBRAND on Unsplash

I social media sono una risorsa potenzialmente utile per l’insegnamento e l’apprendimento, al punto che negli ultimi anni molte università hanno approvato politiche e linee guida volte a supportare l’integrazione di questi strumenti nella pratica quotidiana dei propri insegnanti (vedi l’esempio delle linee guida sui social media elaborate dalla Coventry University per lo staff).

Tuttavia, oltre al fattore convenienza, è essenziale tener conto di una gamma ben più ampia d’implicazioni. A questo proposito, è importante che studenti e insegnanti comprendano bene che cosa comporta l’uso “gratuito” di servizi online offerti da organizzazioni che sono spesso guidate da specifici interessi, uno su tutti quello di “monetizzare” l’attività e il comportamento dei loro utenti.

Molti servizi online, nonostante siano offerti da società che operano sul mercato a scopo di lucro, non richiedono il pagamento di un canone, almeno per l’accesso alle loro funzionalità di base. Tale apparente “gratuità”, tuttavia, è spesso frutto di un’adesione da parte di queste società a modelli di business che coinvolgono organizzazioni “terze”, le quali offrono denaro in cambio di spazi dedicati ad annunci pubblicitari destinati a gruppi specifici di utenti.

La logica generale non è nuova (si pensi a un media tradizionale come la televisione), tuttavia le piattaforme di social media – ma più in generale tutte le piattaforme online – possono contare sulla possibilità di raccogliere una quantità molto superiore di dati dei propri utenti. Un’importante implicazione dell’uso delle piattaforme di social media è dunque la ricchezza di “tracce digitali” che ciascun utente lascia dietro di sé, come risultato della sua interazione con questi strumenti.

Guarda

“What are digital traces?” – Tactical Technologies Collective. (durata: 1.37 min.)

Douglas Rushkoff

Digital Revolution Rushes Sequence di Doug Rushkoff (BBC). (durata: 11.37 min.)

Portrait by Steven Rosenbaum (CC BY-NC-ND)

Esercitati

(tempo stimato per completare l’esercizio: 1h)

Se possiedi un account Google, visita i due link che seguono per controllare i dati che vengono raccolti contestualmente all’utilizzo dei diversi servizi:

Esplora questi due strumenti per comprendere meglio il modello di business utilizzato da Facebook per “monetizzare” le informazioni condivise dai suoi utenti:

  • Data Selfie: strumento che consente di scoprire quali informazioni Facebook raccoglie dagli utenti che la utilizzano.
  • Facebook Data Valuation Tool: strumento che consente di scoprire quanto Facebook guadagna nel corso di una singola seduta di utilizzo della sua piattaforma.

Ora approfondisci meglio i principi che sono alla base del social media open source Mastodon e rifletti su come questo strumento potrebbe tornare utile alla tua attività di insegnamento e apprendimento: Cos’è Mastodon?

Scrivi quindi un blog post sul tuo blog personale o sull’EduHack Wall in cui rifletti su quello che hai imparato in questo modulo e su come questo potrebbe tornare utile alla tua attività (facendo riferimento alla Social Media Policy della tua istituzione, se presente). Se non sei un utente di Facebook o non vuoi utilizzare nessuno fra gli strumenti citati, puoi comunque guardare i video disponibili per familiarizzare con il loro funzionamento.

Approfondisci

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese Spagnolo